Oggi i Tarocchi sono probabilmente uno degli strumenti di divinazione più utilizzati nel mondo. Sebbene non siano così semplici come altri metodi, come pendoli o foglie di tè, i Tarocchi hanno attirato le persone nella sua magia per secoli. Oggi, le carte sono disponibili per l’acquisto in centinaia di design diversi. Sebbene i metodi di lettura dei Tarocchi siano cambiati nel corso degli anni e molti lettori adottino il loro stile unico per i significati tradizionali di un layout, in generale, le carte stesse non sono cambiate molto. Vediamo alcuni dei primi mazzi di carte dei Tarocchi e la storia di come questi sono diventati più di un semplice gioco di società.

Tarocchi francesi e italiani

Gli antenati di ciò che oggi conosciamo come tarocchi possono essere fatti risalire alla fine del XIV secolo. Gli artisti in Europa hanno creato le prime carte da gioco, che sono state utilizzate per i giochi e presentavano quattro semi diversi. Questi semi erano simili a quelli che usiamo ancora oggi. Dopo un decennio o due di utilizzo di questi, a metà del 1400, gli artisti italiani iniziarono a dipingere carte aggiuntive, fortemente illustrate, da aggiungere ai semi esistenti.

Queste carte di briscola venivano spesso dipinte per famiglie benestanti. I membri della nobiltà commissionavano agli artisti di creare per loro il proprio set di carte, con disegnati familiari e amici. Un certo numero di set, alcuni dei quali esistono ancora oggi, sono stati creati per la famiglia Visconti di Milano, che contava diversi duchi e baroni tra i suoi numeri. Poiché non tutti potevano permettersi di assumere un pittore per creare un set di carte per loro, per alcuni secoli le carte personalizzate furono qualcosa che solo pochi privilegiati potevano possedere. Solo quando arrivò la macchina da stampa i mazzi di carte da gioco poterono essere prodotti in serie per il giocatore medio.

Tarocchi come Divinazione

Sia in Francia che in Italia, lo scopo originale dei Tarocchi era come un gioco di società, non come uno strumento divinatorio. Sembra che la divinazione con le carte da gioco abbia iniziato a diventare popolare tra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo, anche se a quel tempo era molto più semplice del modo in cui oggi usiamo i Tarocchi. Entro il diciottesimo secolo, tuttavia, le persone iniziarono ad assegnare significati specifici a ciascuna carta e persino a offrire suggerimenti su come poter essere disposte per scopi divinatori.

Dove trovare i migliori cartomanti al giorno d’oggi? Noi ti suggeriamo la Casa dei Cartomanti: come puoi vedere dal loro sito qui https://www.cartomantidellaverita.it/, hanno l’offerta migliore ai prezzi più competitivi sul mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *