Quali sono i costi da sostenere per l’arredamento di un bar?

Se avete deciso di aprire un bar, significa che avete già stabilito se dal punto di vista economico possa trattarsi di un buon investimento. A questo punto, è il caso di capire quali sono i costi da sostenere per dotare il vostro locale di bancone e degli altri elementi dell’arredamento bar.

Questa necessità, è chiaro, si presenta in particolare se abbiamo intenzione di costruire un bar nuovo, meno invece, se consideriamo uno già esistente, ma non è raro che, anche in questo caso, si decida di rinfrescare l’immagine anche di un locale che, pur funzionante, appare vecchiotto e cadente. 

Va da se che l’elemento di arredo più costoso di un bar, ma anche di una pasticceria o una gelateria, è naturalmente il bancone, che comprende, oltre alla parte che si vede, diciamo la parte “estetica” anche tutta la struttura interna, la cella frigo e, di solito, anche una vetrina refrigerata/riscaldata.

Il costo di un banco bar medio è intorno ai 5000 euro al metro quadro, ma le differenze, verso l’alto o verso il basso, possono essere enormi. Tanto per fare alcuni esempi il linoleum a bolle che si mette sulla pedana del retrobanco può andare dai 7/8 euro fino ai 40 euro per metro quadro.

I graniti naturali del top (il piano dove si appoggiano le tazzine) possono costare poche decine di euro per mq, mentre i costi vanno sull’ordine delle centinaia di euro se si scelgono materiali come il Korian o l’Okite. Il costo della vetrina refrigerata può variare da 3.000 a 20.000 euro, a seconda dei materiali e delle finiture che scegliete, ma anche della forma.

Ad esempio, una vetrina di forma squadrata costa meno di una dalla forma tondeggiante. La cosa più importante è scegliere elementi per l’arredamento bar bergamo in materiali di qualità, oppure vi troverete a sostituirli dopo poco tempo. Se avrete scelto bene i vostri elementi d’arredo, ed effettuerete regolarmente le operazioni di manutenzione, anche dopo decine d’anni il vostro locale apparirà gradevole.