La verniciatura a spruzzo è una particolare tecnica per dipingere una superficie, utilizzata soprattutto in ambito industriale ma che presenta determinati vantaggi che possono tornare utili anche in altri ambiti. Con il metodo della verniciatura a spruzzo, infatti, è possibile ottenere ottime finiture in breve tempo; gli aerografi utilizzati consentono di coprire agevolmente le superfici in breve tempo e allo stesso tempo la vernice impiegata è solo quella strettamente necessaria.

La verniciatura a spruzzo prevede che la vernice venga nebulizzata e dunque quello che aderirà all’oggetto sarà uno strato sottile ma sufficiente che consente da un lato di risparmiare tintura e dall’altro di garantire tempi di essiccamento più ridotti. 

Cerchiamo quindi di capire in che modo effettivamente questi vantaggi possono essere realizzati e quali tecniche esistono per la verniciatura a spruzzo. Il metodo più comune sfrutta l’aria: con un compressore viene innalzata la pressione dell’aria e fatta passare in un tubo collegato ad una pistola con cui verrà realizzata la verniciatura a spruzzo.

Questa pistola è composta da una tazza che contiene la vernice ed è posta nella parte superiore della pistola in modo il colore possa scendere nel corpo dell’aerografo e qui venire in contatto con l’aria compressa che viene dal tubo che la spingerà infine attraverso gli ugelli. Sono piccoli forellini del diametro di frazioni di millimetro che determinano, quindi,i la nebulizzazione o atomizzazione del colore che rende caratteristica la verniciatura a spruzzo.

La vernice essere diluita a sufficienza per consentire una perfetta finitura altrimenti si creano grumi, ma non bisogna nemmeno eccedere nel senso opposto altrimenti il trasferimento del colore non avviene in maniera ottimale e si possono creare chiazze e colature.

Anche se questa è la tecnica più diffusa esistono anche forme di verniciatura a spruzzo che non usano l’aria compressa, ma la pressione viene esercitata proprio sul fluido che verrà nebulizzato. Si utilizza per vernici a media e alta viscosità che consentono una finitura di qualità inferiore rispetto alla tecnica ad aria compressa ma offre il vantaggio di avere di una maggior velocità ed efficienza.